martedì 17 giugno 2014

Di nuovo Londra!!! Le mie scoperte a questo giro parte 1. HAMPSTEAD.

Chi mi segue su Instagram avrà visto che per il mio compleanno siamo volati di nuovo a Londra, la nostra patria del cuore, il nostro angolo di mondo, sempre più ricco di bei ricordi.

Quello che mi stupisce ogni volta è che nonostante sia ormai una nostra tappa fissa da 13 anni, ci sia sempre un angolo nuovo da scoprire, un ristorante da provare, uno scorcio stupendo da immortalare... Londra è sempre in continuo movimento, è un vulcano di iniziative e novità! E anche per questo la adoriamo, ogni volta un po' di più.


Durante quest'ultimo viaggio abbiamo sperimentato un nuovo quartiere, Hampstead, un angolo di paradiso mi viene da dire. Per anni abbiamo scelto come meta per l'alloggio la zona di King's Cross, comodissima perchè snodo di diverse linee metropolitane e meno costosa del centro, ma anche comoda per raggiungere a piedi la zona centrale di Piccadilly: l'abbiamo vista cambiare negli anni! Ricordo nel 2001 lo stato di degrado che ancora c'era, le cabine telefoniche a volte sede di uno spacciatore, la stazione di St. Pancras in costruzione. Ma il nostr Bed and Breakfast, gestito da italiani trapiantati là era nuovo e accogliente e ci eravamo affezionati. King's Cross ora è un quartiere fiorente e molto più sereno di un tempo, la stazione di St. Pancras un vero gioiellino e l'apertura di un grosso hotel proprio lì ha dato tutto un altro vigore alla zona.
Anche St. Paul era una fra le nostre scelte di alloggio preferite, perchè ti permette di vivere il centro a tutte le ore, di muoverti a piedi quasi ovunque, di sentirti davvero immerso nel ritmo della città.
Hampstead ha un'unica pecca: la terribile Northern Line, l'unica linea che lo raggiunge e che non è proprio comoda (anche perchè la linea si divide per due destinaizoni diverse ed occorre stare bene attenti a quale prendere per non trovarsi da tutt'altra parte). Tutto il resto è paradiso.


E' un quartiere molto verde e tranquillo, pare un paesino a sè stante, pieno di casette dai mattonicini arancio ed i profili bianchi, di negozietti nascosti in adorabili vicoli (mi sentivo un po' in Provenza, o nei paesini marittimi della Cornovaglia). Tutto è a portata di mano e tutto è perfetto. I pub sembrano usciti da un quadro, la gente che li frequenta è smart ed elegante (e sospetto molto ricca). I marciapiedi sono lindi e puliti! Non ho visto una sola cacca di cane, ve lo giuro. Ci ho fatto caso all'andata e al ritorno mentre trascinavo il mio trolley per le loro stradine. Altro che l'Italia!!!


A due passi da casa avevamo l'imbarazzo della scelta in caffetterie, una cosa che mi manca tremendamente qui in Italia, odio il tipico baretto italiano che ti serve un cappuccino malfatto di formato gnomo, una triste brioche e il prosecco all'ora di pranzo. 
Non c'è scelta in Italia. E se c'è è così misera che ti annoia subito! In questo quartierino non troppo vicino al centro nel giro di 100mt avevamo: Starbucks, Le Pain Quotidien,  Paul, Caffè Nero, una sala da tè con torte da paura, un'altra sala con i tavolini in legno fuori e le mamme che la mattina si trovavano con le loro culle a prendersi un caffè ed un sandwich. Invidia suprema.

Siamo stati proprio bene.

Per chi volesse farsi un giro da quelle parti o sostare in zona Hampstead (io ci prenderei casa, ad esempio!), vi lascio qualche indirizzo interessante.

32, Downshire Hill

Definito "country pub and dining", questo è un posto favoloso da godersi in primavera ed estate. E' in mezzo al verde ed ha un bellissimo giardino dotato di tavoli, in cui sorseggiare pacifici la propria birra. E' un posto fantastico! E godersi la luce della sera, che poi lì dura molto più a lungo, in compagnia di amici, è impagabile. La sala interna è altrettanto stupenda, poichè dotata di un'ampia terrazza e grandi finestre che danno sul parco.

South End Road

Questa catena francese quando finalmente aprirà in Italia sarà comunque troppo tardi. Qui ad Hampstead la trovate a due passi dalla fermata di Hampstead Heath ed ha aperto da pochissimo. Fare colazione la domenica mattina al tavolino davanti la vetrata, con la luce di un sole stupendo, i colori chiari del legno dell'arredo, l'atmosfera familiare e la bontà delle paste francesi è stata una bellissima esperienza.

Galton Flowers
13, Flask Walk

I fiori in Inghilterra sono belli da togliere il fiato. E costano molto meno che da noi. Non so dove se li procurino, ma sono perfetti, sia che li compriate da Tesco, che in un fiorista.
Ed hanno varietà che noi ci sogniamo. E le peonie. Le peonie che ho visto a Londra non le scorderò mai! E poi, 5 peonie in boccioli, 5 pound!!! Provate qui a cercare 5 peonie e vediamo quanto ve le fanno pagare. Flask Walk è una via bellissima tutta da scoprire, con un vecchissimo negozietto di libri usati ed uno di abbigliamenti vintage, un pub dall'aria liberty e poi questo fiorista. Mi aspettavo di incontrare Miss Marple di ritorno dalla spesa.



Starbucks
South End Road

Non credo ci sia bisogno di spiegazioni per questa caffetteria forse la più famosa al mondo. Non mi importa se il loro non è il vero caffè, se costa molto, a me quel caffè piace un casino, la scelta di prodotti è fantastica e mi piace pure il fatto che le tazze siano giganti rispetto alle misure cui siamo abituati noi. Starbucks è un posto in cui ti puoi rilassare, affondare nelle loro poltrone, leggerti un libro, senza che nessuno ti rompa o ti inviti a liberare il posto.
Quando troviamo un posto che anche solo lontanamente ci somiglia qui in Italia diventa la cosa più modaiola e bella del momento... e non ci rendiamo conto che all'estero questa è la normalità e che saremmo molto più felici se avessimo anche noi tutta questa scelta.






The Wells Hampstead
30, Well Walk

La didascalia di questo locale dice: "The Wells is the pub and reastaurant you've always been looking for". E non potrebbe esserci frase più azzeccata. E' un posto da favola, di quelli che di solito vedi nei film, mi ricordava molto i pub di "The Holiday" quel film romantico in cui Jude Law è strepitoso (so che basterà questo a farvi capire ESATTAMENTE di quale film parlo ;-) ), l'ambiente è curato, caldo, amichevole ed il cibo è superbo. La vera cucina inglese, difficile da trovare, ma ottima. Ho provato un controfiletto ed era una carne morbidissima, cotta in un sughino saporito e perfettamente abbinato, ed accompagnata da purè e patate fritte. 





Piccoli particolari adorabili all'interno di The Wells



Difficile non trovarsi bene in un quartiere tranquillo e rilassato come questo. Molto diverso dalla freneticità del centro di Londra. Mi ha stupito il silenzio delle ore pomeridiane, la pace che si respira.
Hampstead vale sicuramente la pena di essere visto se organizzate un viaggio di diversi giorni a Londra e trovate il tempo quindi per avventurarvi anche un po' fuori porta.
A presto per le mie prossime impresisoni post viaggio! Vi parlerò di nuovi angoli e locali londinesi! :-)







17 commenti:

  1. In questa zona non ci sono mai stata... seguirò i tuoi consigli :)

    RispondiElimina
  2. Hampstead è bellissima ed hai desunto bene: è un quartiere molto chic e costoso per ricconi, un sacco di celebrities vivono ad Hampstead in villoni da paura. Le suore presso cui studiavo avevano acquistato niente di meno che la villa di Winston Churchill, ci ho soggiornato una estate scoprendo di avere come vicino George Michael, ahaha! Comunque per villoni non intendo solo case apocalittiche e giganti (e forse anche un po' trash) in stile tempio americano, le abitazioni hanno la tipica aria di amena e placida della residenza inglese immersa nel verde di fine 700 primi 800, giardini leggiadri, con piante in fiore di ogni genere sparse in un finto disordine pieno di grazia.
    Hai presente Pride and Prejudice (che hanno dato ieri)? ecco, proprio quello intendo.
    Della metro so ancora tutte le fermate a memoria (angel la mia preferita).
    Mi piacerebbe molto tornare a farci un giro, un tour a Londra val sempre la pena, è magnifica ed è vero, non cessa mai di stupire con qualche novità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao Vale!! :-) come stai?! Quanto tempoooo!!!
      Hampstead è favolosa, lo so bene... E ho ben presente quelle belle case... Ci passavo davanti tutti i giorni... Ci tornerei al volo!!!

      Elimina
  3. Oh, come hai ragione: non importa se ci si è stati decine di volte, Londra offre sempre qualcosa di nuovo. Almeno per me è così.
    Non sono molto ferrata sugli hotel, perché solitamente stiamo a casa di amici, siamo stati in hotel due volte e mi è sembrato che a Londra siano più cari che nel resto del mondo, a parità di livello. Non trovi? O è stata un'impressione mia? (In altre parti del mondo ho pagato quasi meno, ma per hotel messi meglio...)
    A parte questo, prenderei casa a Londra in questo istante, potendo! È davvero uno dei miei luoghi del cuore. Ecco, mi è venuta voglia di tornarci, nonostante l'ultima volta sia stata meno di 5 mesi fa... Magari quest'estate per il mio compleanno...
    PS: capisco benissimo il tuo punto di vista sulla poca scelta di caffetterie in Italia, ma ti assicuro che quando vivi all'estero il bar italiano spesso ti manca! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!! :-) questa volta eravamo anche noi a casa di amici! Per gli hotel, in effetti ce ne sono di carissimi ma noi nel tempo abbiamo trovato posti molto validi a prezzi buoni, come quello in st Paul che è fra l'altro in un'ottima posizione. Devo ammettere di aver trovato prezzi piu alti ( enqualità scadente) a Parigi!! Il bar italiano... Mi piacerebbe molto sentirne la mancanza...;-) un bacione!!!

      Elimina
    2. Ah beh, su Parigi poi hai ragionissima!!

      Elimina
  4. hai colto nel segno anche le mie cose preferite (staubucks in primis!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe... Sono una londonese inside... ;-)

      Elimina
  5. Hampstead è una favola, ci viveva anche la mia scrittrice preferita, Doris Lessing, che è morta quest'anno. Ed è citata anche in diverse canzoni dei Blur, in particolare Hampstead Heath, la collinetta da cui si vede tutta Londra, ci hai fatto un salto?
    Io di Hampstead ho un ricordo in particolare: siamo andati per vedere la casa di Keats, il poeta, e quando siamo arrivati lì in giardino c'era un gruppo di ragazzi, attori, che stavano provando una pièce teatrale. Ci hanno fatti entrare in attesa che aprissero il museo e ci siamo goduti le prove, in quel meraviglioso giardino, in un clima veramente d'altri tempi.
    Ecco, ora mi hai fatto tornare voglia di andarci! Siccome sarò a Londra dal 14 al 18 settembre, penso proprio che ci rifarò un salto, soprattutto in qualcuno di quei pub che hai segnalato.
    Io stavolta alloggerò in zona Notting Hill, è un pò che volevo risiedere in questo quartiere, stavolta ci vado. Buona giornata e grazie per questo fantastico post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara!! Grazie per le tue parole!! Che ricordi meravigliosi hai di quella zona! È davvero un posto fantastico, non sapevo che Doris Lessing avesse abitato lì. La vista mozzafiato noi l'avevamo direttamente dalla finestra di casa dei nostri amici!! Un vero spettacolo col cielo sereno! Certamente uno di questi pub ti piacerà molto. A Notting Hill noi ci abbiamo passato un tranquillo pomeriggio, lontano dalla ressa del fine settimana e da Portobello. Nel prossimo post parleró di un paio di posticini per nulla turistici da non perdersi in quel quartiere!! :-) un bacione!!!

      Elimina
  6. Una delle zone che prima ho conosciuto a Londra perchè al tempo (sono passati ormai anni) la famiglia che mi ospitava viveva proprio ad Hampstead. Come ho avuto di scrivere io anche recentemente, ho scoperto una nuova Londra nella mia breve vacanza e mi ci è venuta voglia di ritonarci presto e credo che già in autunno sarà prevista una nuova mini vacanza questa volta del mio amico:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Londra ha questo lato positivo, è sempre nuova. Non so se lo dico perchè è la mia città del cuore, quella in cui continuiamo a chiederci se non valesse la pena andarci a vivere una volta per tutte, quella che ha accompagnato tutta la storia fra me e mio marito, quella su cui ci ho fatto una tesi e mi sono laureata, quella in cui siamo stati sei mesi fa ed ora ci siamo già ritornati. Non smetto mai di imparare cose nuove, trovare locali fantastici, e quartieri da togliere il fiato! Londra mi fa stare bene, come pochi altri posti. A me piace molto viaggiare e vedere nuovi posti ma quando torno a Londra è diverso, è come tornare a casa... Sono contenta che a questo giro anche tu abbia provato la sua attrazione!!! :-D

      Elimina
    2. Io provo le tue stesse identiche sensazioni riguardo Londra e non vedo l'ora di leggere il tuo prossimo post. :-)

      Elimina
  7. Mi piace!! grazie di avermi fatto vedere Londra sotto un 'altra prospettiva, quel quartiere non l'ho mai visitato, ehhh che voglia di partire che ho...un abbraccio Dani :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Mi fa piacere che il post sia stato uno spunto utile... ;-) Un bacione e a presto!!! C'è un altro resoconto in arrivo... :-D

      Elimina
  8. Ciao! Bel post! Volevo dirti che dopo molto tempo sono riuscita finalmente a pubblicare sul blog... Passa a dare un'occhiata se ti va!

    RispondiElimina

Chi è passato per il tè...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...